Weekend “Sapori d’estate”

Pin It

 

Quando: Pacchetto acquistabile ogni weekend da giugno a settembre.

Summer Experience: Mola di Bari è una terra ricca di sapori e antiche tradizioni culinarie che sopravvivono ancora oggi. Alla base della nostra cucina ci sono i prodotti della terra e del mare, che con la loro bontà e genuinità hanno superato i confini locali.

In estate, la campagna molese si colora di rosso: è il tempo del “pomodoro di Mola”.

Il pomodoro si “sposa” benissimo con le esigenze del consumatore moderno, essendo un alimento povero di calorie, con un buon contenuto in minerali e oligoelementi, ricco di acqua e dotato di tutte le vitamine idrosolubili.

In particolare, i nostri pomodori sono ricercati per l’esclusivo sapore conferito alla passata di salsa che le massaie producono ancora in casa, alla vecchia maniera. Il segreto è celato nella combinazione di questa varietà con il clima mediterraneo, particolarmente soleggiato, e con l’impiego di un’acqua d’irrigazione, leggermente salmastra.

Un tempo, l’acqua veniva tirata su dai pozzi poco profondi per mezzo della “noria”, un congegno costituito da un insieme di 2 ruote dentate mosse dalla forza di un asino.

 

 

Percorrendo le strade di della campagna pugliese, a piedi o in sella ad una bicicletta, è possibile scorgere anche l’immensa distesa di vigneti per la produzione di uva da tavola, anch’essa famosa in tutta Italia. L’uva, coltivata in Puglia da tempi antichissimi, ha proprietà antiossidanti e depurative.

L’estate è anche la stagione dei frutti dolci e saporiti come i fichi, che si raccolgono in questa stagione per essere consumati anche d’inverno, in confetture o secchi, con ripieno di mandorle, altro frutto di cui le nostre campagne sono ricche. Anticamente tutte le famiglie si adoperavano per prepararli, era una festa che coinvolgeva anche i più piccoli: tanti zuccheri racchiusi in quelle leccornie antiche, che davano un apporto energetico molto valido per affrontare le giornate di duro lavoro sotto il sole e che, come i nonni raccontano, erano la cioccolata dei poveri.

Questo tour vi farà vivere l’esperienza unica di visitare i luoghi in cui i contadini coltivano le nostre prelibatezze, apprendere i tanti modi in cui i prodotti della terra sono impiegati nella nostra cucina, osservare le casalinghe prepararli con sapienza e osservanza delle antiche tradizioni culinarie molesi. I “Laboratori del gusto” vi permetteranno, inoltre, di cimentarvi nell’esperienza unica di partecipare attivamente ed imparare gustose ricette.

1° Giorno

  • Arrivo in mattinata e check in struttura (ore 10:00)

  • Visita guidata presso le cantine vinicole locali con degustazione di vini, accompagnati da un esperto sommelier (ore 11:00)

  • Pranzo tipico in struttura o in uno dei ristoranti convenzionati (ore 13:30)

  • Visita guidata nel Castello Angioino Aragonese, Laboratorio – Museo dell’Emigrazione del Sud Est Barese, Teatro comunale Niccolò van Westerhout, Chiesa di San Nicola di Mola di Bari (ore 18:30)

  • Cena in un ristorante tradizionale (21:00)

  • Pernottamento in struttura

 

2° giorno

 

  • Colazione (entro le 10:00)

  • Tour Storico – Naturalistico in barca, con aperitivo a bordo (ore 13:30)

  • Ciclo Escursione nell’agro di Mola, visita ai campi coltivati di pomodori, sosta e visita guidata presso la Chiesetta rurale di San Giovanni Battista e ad un’antica noria (ore 18:30)

  • Rientro in struttura, con lezione-laboratorio sulla preparazione dei pomodori “a pezzetti”, pomodori “appesi”, pomodori secchi “sottolio” e produzione della “salsa di pomodoro”, cena in struttura (20:00)

  • Pernottamento

 

3° giorno

 

  • Colazione (entro le ore 10:00)

  • Trasferimento a Rutigliano con passeggiata nel centro storico e visita ad alcune aziende vinicole locali (11:00)

  • Pranzo in un ristorante tipico (13:30)

  • Rientro a Mola, passeggiata nel centro storico e visita ad una caratteristica abitazione locale (17:00)

  • Rientro in struttura e laboratorio “Confetture di Puglia” in cui si prepareranno marmellate di fichi e di uva, fichi secchi con le mandorle, dolci e successiva degustazione

  • Check – Out (entro le ore 10:00 del giorno successivo)

 

Alcune ricette che potrete preparare durante i nostri laboratori:

Fichi secchi con le mandorle

Ingredienti:

1 kg di fichi

150 g di mandorle

Foglie di alloro

Buccia di due limoni

Chiodi di garofano

 

Preparazione:

Scegliere alcuni fichi maturi, lavarli ed asciugarli accuratamente senza sbucciarli. Tagliare a metà i fichi nel senso della lunghezza e disporli su di un graticcio con l’interno rivolto verso l’alto, ad essiccare al sole, avendo cura di rigirarli su se stessi un paio di volte al giorno e ritirarli la sera, per ovviare all’umidità. Quando diventeranno di colore bruno, toglierli e farcirli ognuno con una mandorla (precedentemente tostata in forno per quale minuto a 180°), un pizzico di buccia di limone tritata, un chiodo di garofano.

Cuocerli in forno a 180° per 15 minuti su carta da forno.

Una volta raffreddati, disporli in un barattolo di vetro, alternandoli a delle foglie d’alloro secche.

Conservarli in una dispensa fresca ed asciutta e non gustarli prima che siano passati 30 giorni.

 

Marmellata di fichi e mandorle

Ingredienti:

1,100 kg di fichi possibilmente non grossi e compatti

100 gr di mandorle

2 limoni

un pizzico di cannella in polvere

1 baccello di vaniglia

300 gr di zucchero

 

Preparazione:

Pulire i fichi con una pezzuola, togliere il picciolo, tagliarli a metà e metterli in una casseruola antiaderente a strati con zucchero, mandorle, succo e scorza dei limoni. Lasciare riposare qualche ora. Cuocerli poi a fuoco basso, schiumando se necessario; la marmellata è pronta quando versandone un cucchiaino su un piattino e inclinandolo, questa scorra lentamente.

Versare la marmellata ancora bollente negli appositi vasetti, richiuderli subito con la marmellata ancora calda e conservate in luogo asciutto e buio fino al momento dell'uso.

 

Crostata di fichi e cioccolato

Ingredienti:

Per la pasta frolla:

300 gr di farina 00

100 gr di burro a temperatura ambiente

100 gr di zucchero

1 uovo intero + 1 tuorlo

la scorza grattugiata di 1 limone

Marmellata di fichi

50 gr di cioccolato fondente

 

Preparazione:

Preparare la pasta frolla impastando velocemente tutti gli ingredienti, quando avremo formato una palla ben soda e omogenea, avvolgerla nella pellicola e lasciarla riposare in frigo per mezz’ora.

Stendere poi 2/3 della pasta in una teglia imburrata ed infarinata, distribuire il cioccolato che avremo precedentemente tagliato in piccoli pezzi ed in ultimo ricoprire con un generoso strato di marmellata. Con la restante pasta formare delle strisce per decorare la superficie della torta.

Cuocere in forno a 170°C per circa 40/45 minuti.

 

Pomodori secchi sott’olio

Ingredienti:

 

Pomodori rossi

Sale

Aceto

Aglio

Menta

Olio

Peperoncino (a piacere)

 

Preparazione:

 

Lavare bene i pomodori, poi tagliarli in due, cospargerli con un po’ di sale e disporli su di un graticcio con l’interno rivolto verso l’alto, ad essiccare al sole, avendo cura di rigirarli su se stessi un paio di volte al giorno e ritirarli la sera, per ovviare all’umidità. Una volta secchi, lavarli con l’aceto e riporli a strati in un contenitore, condendoli con un po’ d’aglio, menta e peperoncino. A questo punto, schiacciare il contenuto del barattolo con un cucchiaio o con le mani, per eliminare i residui dell’aceto dai pomodori, poi aggiungere l’olio fino a coprire tutto il contenuto. Conservare al buio.

 

Pasta con i fagiolini, pomodori e cacioricotta

Ingredienti:

 

½ kg di pasta

½ kg di fagiolini pinti

1 litro di salsa

100 grammi di pomodori freschi

Olio (q.b.)

Cipolla

Basilico

Cacioricotta o ricotta marzotica (a piacere)

 

Preparazione:

Per il sugo: versare un po’ d’olio con una cipolla tritata in un tegame, farla rosolare e aggiungervi i pomodori tagliati a pezzettini con un pizzico di sale. Una volta cotti i pomodori, aggiungervi la salsa e lasciar cuocere per mezz’ora, infine aggiungervi qualche foglia di basilico fresco per insaporire il sugo.

Per la pasta: in una pentola, portare ad ebollizione l’acqua e aggiungervi i fagiolini, ben lavati, e del sale. Quando i fagiolini giungono a mezza cottura aggiungere gli spaghetti. A cottura ultimata, condire gli spaghetti con il sugo già preparato. Preparare il piatto con sugo, cacioricotta (o ricotta marzotica)e impiattare gli spaghetti condendoli ancora con cacioricotta, sugo e foglie di basilico.

 

Pomodori ripieni di riso:

Ingredienti:

4 pomodori maturi

2 pugni di riso bollito

1 pizzico di origano

1 manciata di capperi

olio e sale qb

 

 

Preparazione:

Lavare i pomodori e tagliarli a metà. Scavarli leggermente, raccogliere la polpa esclusa e tritarla. Mescolarla con riso, origano e sale e con questo impasto riempiere le metà dei pomodori. Mettere i pomodori in una pirofila, cospargerli leggermente con olio e infornare a 180 °C per almeno 15 minuti a seconda della grandezza dei pomodori. Saranno cotti quando la pelle comincia a fare delle piccole grinze.


ENGLISH

ESPAÑOL

FRANÇAIS

Per la pubblicità su questo sito contattare il n. 3475403004

Copyright © 2018. All Rights Reserved.